Semi di zucca: 3 ricette per gustarli al meglio

semi-zuccaj

L’utilizzo dei semi nella nostra alimentazione quotidiana è ancora poco diffuso. Probabilmente perché li conosciamo poco e questo è un peccato perché, invece, i semi sono ricchi di minerali, proteine e grassi vegetali “buoni”.

In particolare il consumo quotidiano dei semi di zucca, sia crudi che tostati, ci aiuterebbe a mantenere sotto controllo i valori di glucosio nel sangue e, di conseguenza, del colesterolo mentre la presenza di amminoacidi essenziali ci aiuterebbe a regolare il ritmo sonno-veglia.

Sono considerati un vero e proprio “spezza-fame” naturale. Possono essere acquistati o li si può ricavare dalla pulizia di una zucca. La tostatura può essere fatta al forno a 150° per 30 minuti fino a quando la buccia esterna non avrà un bel colore ambrato, oppure, se si ha la fortuna di vivere in una regione particolarmente calda, li si può far essiccare al sole. La varietà cucurbita stiriana, invece, presenta un caratteristico guscio molto morbido che permette di consumare il seme anche senza spellarlo.

Caratteristiche nutritive
Come tutti i semi anche i semi di zucca contengono tutte le sostanze nutritive necessarie alla piantina per germinare e crescere. In particolare sono composti dal 50% di grassi vegetali buoni (acido oleico e linoleico), 24% di carboidrati, 8% di proteine e sono ricchi di sali minerali come il magnesio (ottimo a combattere lo stress fisico e mentale), lo zinco (che protegge le vie urinarie), il selenio, il fosforo e le vitamine A, B ed E.

Sono considerati dei semi particolarmente energetici dato il loro apporto calorico che è di 560 calorie per 100 g. Per questo motivo, all’interno di un’alimentazione bilanciata e varia, si consiglia di non superare la dose giornaliera di 10 g al giorno (60 calorie circa), corrispondenti a 1 o 2 cucchiai da tavola. Sono inoltre considerati degli ottimi integratori alimentari.

Utilizzo dei semi di zucca come rimedio naturale
Mangiati quotidianamente, sia secchi che crudi, i semi di zucca contribuiscono a prevenire problemi alla prostata ed a combattere i disturbi legati all’apparato urinario femminile, come la cistite. Da sempre vengono utilizzati come efficaci vermifughi.

Il decotto di semi di zucca, ottenuto facendo bollire i semi in acqua o latte, ha un sapore simile all’orzata ed è davvero prezioso per combattere l’insonnia, oltre che per contrastare le irritazioni alla vescica.

L’olio ricavato dai semi di zucca può essere utilizzato sia in cucina, per condire insalate o arricchire zuppe, sia in cosmesi. Può essere applicato sul viso come maschera anti-età, sul corpo per rendere la pelle più tonica ed elastica oppure sui capelli per contrastarne la caduta. Si può inoltre applicare sulle bruciature o sulle irritazioni come emolliente e lenitivo.

Utilizzo dei semi di zucca in cucina

Crudi o cotti, tostati al forno o seccati al sole, l’utilizzo dei semi di zucca è molto versatile in cucina dato che si abbina bene sia a piatti dolci che salati.

Se utilizzati con destrezza, sanno impreziosire con un tocco estetico ed un aroma originale ogni cibo.
Tostati e sgusciati, con l’aggiunta di un po’ di sale o di zucchero, possono diventare un delizioso snack da sgranocchiare come merenda o da servire insieme ad un aperitivo. Possono essere aggiunti all’impasto del pane o dei biscotti, per conferire un aroma ed una fragranza diversa, o utilizzati per decorare torte e budini o anche zuppe. Di seguito 3 idee per delle golose ricette a base di questo fenomenale ingrediente.

Barrette con i semi di zucca
Ideale come snack spezza fame o come merenda.

Ingredienti:

  • 80 g di semi di sesamo;
  • 50 g di semi di zucca;
  • 20 g di mandorle (o altra frutta secca) sgusciate e tritate;
  • 100 g di sciroppo di riso;
  • 100 g di zucchero di canna.

Preparazione:

Scaldare a fuoco lento lo sciroppo di riso con lo zucchero mescolando continuamente fino al bollore.

Unire poi i semi e la frutta secca e mescolare ancora a fiamma dolcissima per 10/15 min.

Sistemare un foglio di carta da forno su di una spianatoia e riversarci sopra il composto.

Ricoprire il composto con un altro foglio di carta forno e, con l’aiuto di un mattarello, spianare l’impasto fino ad ottenere lo spessore desiderato.

Togliere il foglio di carta forno e, con un coltello, ricavare delle barrette.

A questo punto occorre lasciar raffreddare bene le barrette prima di conservarle in un contenitore di vetro o latta, avvolte nella carta forno.

Pesto ai semi di zucca
Da spalmare su crostini di pane o per condire la pasta.

Ingredienti:

  • 100 g di semi di zucca;
  • un cucchiaio di pinoli;
  • quattro cucchiai di olio evo;
  • 2 cucchiai di grana padano o parmigiano reggiano grattugiato;
  • prezzemolo tritato,
  • scorza di limone biologico;
  • sale e pepe qb.

Preparazione:

Tostare i semi di zucca ed i pinoli in una padella antiaderente per qualche minuto;

inserirli, con tutti gli altri ingredienti, in un mixer e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Polpette golose con i semi di zucca
Come aperitivo o come secondo piatto per stupire parenti e amici

Ingredienti:

  • 30 g di grana o parmigiano reggiano grattugiato;
  • 400 g di patate rosse;
  • 100 g di semi di zucca tostati e sgusciati;
  • 1 uovo grande;
  • 3 cucchiai di pane grattugiato;
  • qualche rametto di prezzemolo tritato;
  • olio EVO q.b.,
  • pepe e sale q.b.

Preparazione:

Lessare, sbucciare e schiacciare le patate, con l’ausilio di un passaverdure o di uno schiacciapatate, in un comodo recipiente.

Aggiungere il formaggio grattugiato, il prezzemolo, il pangrattato, l’uovo, il pepe ed il sale e mescolare fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo.

Aggiungere in fine i semi di zucca e mescolare bene.

Ungere una teglia da forno con l’olio ed adagiarvi sopra le polpette ricavate dall’impasto appena ottenuto.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti girano dl polpette di tanto in tanto.

Servire calde.

 

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti