I semi di finocchio: benefici e utilizzi

benefici dei semi di finocchio magazine-semi-di-finocchio-foodscovery

Il seme del finocchio, termine comune per indicare il Foeniculum vulgare, è noto soprattutto perché utilizzato in cucina come spezia o ingrediente per insaporire cracker, grissini e prodotti da forno.

Pochi sanno, però, che questo seme è in realtà ricco di benefici, di natura curativa soprattutto, e può essere utilizzato con scopi e modalità differenti. Vediamone allora i principali utilizzi.

In ambito terapeutico, il finocchio può essere una vera e propria panacea per chi soffre di gonfiori addominali: una calda e rilassante tisana preparata con i suoi semi ha infatti effetti diuretici e digestivi. Oltre ad una sensazione che possiamo definire “sgonfiante”, gli infusi a base di finocchio, grazie alle loro proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, liberano l’organismo dalle tossine e lo depurano. Basta un cucchiaino da caffè di semi lasciato in infusione in 200 ml d’acqua per dieci minuti per godere dei benefici del finocchio. I semi contribuiscono inoltre a migliorare la digestione: un decotto a fine pasto può infatti agevolare l’assimilazione delle sostanze nutrienti ed è adatto anche per i più piccoli.

Tra gli altri benefici di natura medica figurano l’aumento della produzione dei globuli rossi, il mantenimento di una pressione sanguigna adeguata grazie alla presenza di potassio, la riduzione della possibilità di accumulo di colesterolo e, grazie all’elevato tasso di fibre vegetali contenute nei semi, la prevenzione del cancro al colon.

Le proprietà del finocchio e dei suoi frutti non sono però circoscritte all’orizzonte delle cure fai-da-te ma si spingono oltre. L’ambito culinario, come già accennato, può esaltare le sue doti aromatiche: che si tratti di arrosti, carni alla griglia o carne di maiale, il finocchio conferisce un sapore chiaro e deciso. I semi sono ottimi però anche nelle ricette dolci, come quella delle Crispelle di San Martino, una specialità siciliana simile alle zeppole.

Dai semi di finocchio è inoltre possibile ricavare liquori. Bastano infatti dieci giorni di mantecazione in un litro di alcol, acqua e un po’ di zucchero per ottenere un buon digestivo alcolico.

I semi di finocchio possono essere utilizzati anche nel mondo del beauty: per rigenerare la pelle del viso dopo l’esposizione alle intemperie invernali è consigliabile il ricorso ad una maschera che utilizza tutte le parti di questa verdura. Unendo un finocchio fresco, i suoi semi, le sue foglie tritate, dello yogurt, un cetriolo, un cucchiaio di miele, mezzo limone e un po’ di argilla bianca è possibile realizzare una maschera viso nutriente e dolcificante, adatta a tutti i tipi di pelle.

Una verdura versatile e ricca di benefici quindi il finocchio, utile tanto in cucina quanto nella medicina naturale.

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti