Rosso d’estate: i consigli di Giovanni Fiorin

i consigli di Giovanni Fiorin 3704779302_949eddf9d4_b_01

Stanchi ed un poco annoiati da tutti i bianchi e rosè che siete abituati a bere durante la stagione calda ? Anch’io, per questo d’estate  non voglio rinunciare alla mia misura di vino rosso. Ho stilato un semplice e breve vademecum per aiutarvi a scegliere i vostri rossi estivi  che, badate bene, dovete bere e servire freschi.

1 – scegliete un’annata recente, i vini giovani offrono note primarie di frutto integro, croccante verrebbe da dire, se il vino è fresco questa attitudine prevale;

2 – optate per vini non affinati in legno;

3 – i vini leggeri vanno meglio, quelli particolarmente tannici ed alcolici non si esprimono bene se serviti freschi;

4 – l’Italia ha moltissime opzioni da questo punto di vista e non per forza scontate, pensate a frappato e piedirosso per esempio;

5 – i classici francesi vanno sempre bene, gamay e i cabernet franc della loira per esempio.

6 – per fresco intendo attorno ai 13 gradi

7 – il bicchiere ideale potrebbe essere quello che usate per i bianchi strutturati e comunque non troppo ampi

8 – portateli a tavola, sanno accompagnare alla grande le tipiche preparazioni estive fresche e leggere

Dalla nostra cantina vi consiglierei il Frappato di Gianfranco Maltese. Le uve sono coltivate su 2,5 ha circa in Contrada Alfaraggio a Marsala, la vena sapida che la vicinanza al mare ed alle saline determina, così come il particolare carattere aromatico favorito dalla marcata escursione termica  sono in bella evidenza se il vino nel bicchiere è attorno ai 13°.

Frappato Maltese_Foodscovery_Fiorin

 

L’argomento temperatura di servizio del vino in generale è molto interessante e merita un approfondimento ad hoc che farò a breve, ci sono infatti alcuni piccoli accorgimenti, che a volte scardinano convinzioni comuni, che ci aiutano a porre un vino nelle condizioni di dare ilmeglio di sè. Ne riparleremo presto.

Giovanni Fiorin_Trussardi_Foodscovery

Sommelier e pioniere della ristorazione contemporanea, Giovanni Fiorin vanta tra le sue esperienze più importanti la Academy a Disneyworld nel settore dell’ospitalità, il rilancio dello storico Caffè Pedrocchi a Padova e l’apertura del Café Trussardi in Piazza della Scala. Sue anche le recenti aperture di due famosi ed esclusivi locali milanesi: Pisacco e DryDa più di un anno cura con passione la selezione per Foodscovery delle cantine da inserire sulla piattaforma.

Facebook Commenti