Quinoa: l’oro degli Inca

quinoa quinoa-magazine-foodscovery

La Quinoa viene definita uno “pseudo cereale” per l’aspetto che l’accomuna a questi prodotti agricoli ma in realtà mentre i cereali appartengono alla famiglia delle graminacee, la Quinoa appartiene alla famiglia delle chenopodiacee, come la barbabietola o gli spinaci. Comparsa nei nostri mercati come prodotto di nicchia, negli ultimi anni la distribuzione della Quinoa ha conosciuto un enorme successo. Il raggiungimento di questo risultato è dovuto principalmente alle virtù nutrizionali dei suoi semi ricchi di proteine e privi di glutine. In America Latina viene coltivata da oltre 5000 anni e, per le sue straordinarie qualità, viene chiamata anche “la madre dei semi” o “l’oro degli Inca”.

Proprietà nutritive e benefiche per l’organismo

La Quinoa può essere considerato l’alimento perfetto per ogni nutrizionista. Oltre a contenere tutti e dieci gli aminoacidi essenziali, infatti, è ricca di sali minerali, contiene più ferro degli spinaci, è più proteica della soia, è ricca di magnesio potassio e fosforo. Contiene anche carboidrati cosa che la rende un alimento molto saziante ma, al contempo, molto leggero e digeribile perché povero di grassi e assolutamente gluten free. La Quinoa, inoltre, è ricca di antiossidanti ed il suo consumo aiuta a contrastare il diabete ed a migliorare il metabolismo.

Valori nutrizionali della Quinoa

  • 100 grammi di Quinoa (non cotta) contengono:
  • 6 grammi totali di grassi;
  • 64 grammi di carboidrati;
  • 7 grammi di fibre alimentari;
  • 14 grammi di proteine;
  • 47 mg di calcio,;
  • 4,6 mg di ferro;
  • 197 mg di magnesio;
  • 563 mg di potassio;
  • 457 mg di fosforo.

La Quinoa è anche una fonte di folati (vitamine del gruppo B) che garantiscono una maggiore capacità di assorbimento dei nutrienti e concorrono a processi di sintesi indispensabili alla vita.

La Quinoa in cucina

Tra tutte le caratteristiche positive di questo seme, non è certo da sottovalutare il fatto che sia molto semplice da cucinare, qualità che la rende un comodo alleato di chi non ha tanto tempo da dedicare ai fornelli.

In commercio esistono tre varietà di Quinoa: la bianca, la rossa e la nera

La Quinoa bianca è quella che ha un sapore più neutro e per questo si adatta a qualsiasi tipo di preparazione. La Quinoa rossa e la nera hanno due distinte personalità ma entrambe presentano un sapore più deciso rispetto a quella bianca.

quinoa-foodscovery-magazine-piatto

Eliminare le saponine
La Quinoa ha un particolare rivestimento protettivo chiamato saponina che, in cottura, può rendere i semi molto amari. Per evitarlo basta sciacquare bene i chicchi sotto l’acqua corrente, con l’aiuto di un colino, prima di utilizzarla per qualsiasi tipo di preparazione.

La tostatura


Per esaltare il sapore dei semi di Quinoa, basterà tostarli in padella per alcuni minuti con un cucchiaio di olio ed a fuoco molto basso. Occorrono 6/8 minuti al massimo, mescolando continuamente, fino a che i semi non iniziano a dorarsi, poi si può procedere alla normale cottura.

La cottura


Per cuocere la Quinoa occorre innanzitutto portare ad ebollizione dell’acqua in una pentola. Il rapporto da utilizzare è di 2 tazze d’acqua per ogni tazza di Quinoa. Quando l’acqua comincia a bollire è il momento di versarvi i semi mescolando lentamente. A questo punto si può abbassare la fiamma, coprire la pentola e lasciare che il tutto continui a cuocere delicatamente, finché l’acqua non viene assorbita. Il tempo necessario è di circa 10/15 minuti. La Quinoa sarà pronta quando i suoi semi saranno raddoppiati di volume.

Un piccolo trucco per rendere più gustosa la Quinoa

Mantenendo il rapporto di 2 tazze di liquido per ogni tazza di Quinoa, è possibile sostituire l’acqua con brodi di carne, di pesce, di funghi o di verdure che aggiungeranno tanto sapore e gusto al piatto. Se si utilizza un brodo di pesce o di carne è possibile sostituire una tazza di brodo con mezza tazza di vino per ogni tazza di Quinoa.

Cosa resta di dire. Aggiungete la Quinoa alla vostra dieta.

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti