Voglia di Pancake? Come prepararne uno squisito

pancake-ricetta-foodscovery

Quando si parla di pancake l’associazione mentale con la tipica colazione statunitense è quasi d’obbligo: nel nostro immaginario compare nitida l’immagine di un candido piatto bianco con al centro una pila di morbidi frittelle fragranti e profumate, condite con abbondante sciroppo d’acero colante.

Risulterà difficile pensarlo, eppure la ricetta di questa colazione golosa è molto antica. I primi a citare gli antenati dei pancake nelle loro opere sono, infatti, due commediografi attici, Cratino e Magnete, nel 500 a.C. La ricetta era indubbiamente molto più semplice (farina e olio di oliva) e la farcitura prevedeva il miele o il formaggio e venivano chiamate teganites, dal nome del contenitore utilizzato per cuocerle. Anche i romani ne erano ghiotti ed usavano prepararne una versione più elaborata chiamata alita dolcia, che prevedeva l’utilizzo di uova, latte, farina e spezie varie. Durante il Medioevo, in occasione della Pasqua cristiana, in molti Paesi europei era usanza offrire ai propri ospiti delle focaccine addolcite con il miele. Dopo la scoperta dell’America, i popoli che partivano per il Nuovo Mondo portavano con sé anche le proprie tradizioni culinarie e fu così che i pancake arrivarono negli Stati Uniti dove riscossero grande successo e popolarità nel corso dei secoli. In particolare, la versione americana sembra derivare dai poffertjes olandesi, che furono i primi ad essere preparati con sostanze lievitanti.
Dalle antiche teganites agli attuali pancake, quindi, la strada è tanto lunga quanto sono i secoli che separano le due epoche eppure la ricetta mantiene intatta l’antica semplicità sia degli ingredienti sia della preparazione.

La ricetta
Per ottenere 5 pancakes grandi (o 10 piccoli) occorrono:

  • 150 g di farina 00;
  • 2 cucchiaini (10 g) di zucchero;
  • un pizzico di sale;
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci;
  • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio;
  • 220 g di latticello*;
  • 1 uovo biologico;
  • 40 g di burro fuso;
  • Olio di semi per ungere la padella;
  • sciroppo d’acero per servire.

Preparazione
Setacciare la farina con lo zucchero, il sale il lievito ed il bicarbonato di sodio. In un contenitore a parte, sbattere insieme il latticello, l’uovo intero ed il burro fuso.

Unire i due composti e mescolare fino al amalgamarli. La pastella deve restare un po’ grumosa e non deve essere mescolata troppo.

A questo punto si può cominciare a scaldare una padella antiaderente su fuoco medio con un filo d’olio. Quando sarà ben calda, versarci su un mestolo di pastella creando un pancake rotondo.

Dopo circa 2 o 3 minuti al centro dell’impasto cominceranno a formarsi delle bolle. È il momento di girare il pancake e farlo dorare anche dall’altro lato per altri 2 minuti circa.

Ripetere il procedimento con la restante pastella e servire con una noce di burro ammorbidito e sciroppo d’acero.

Trucchi per un pancake perfetto
1) Per gustare appieno la fragranza del pancake è importante che questo venga consumato entro pochissimi minuti dalla cottura;
2) Utilizzare sia il lievito sia un pizzico di bicarbonato aiuterà il composto a lievitare bene e renderà il pancake più soffice.
3) Utilizzare il latticello* è importante per dare al pancake il suo caratteristico sapore acidulo. È un ingrediente molto diffuso in America ma difficilmente reperibile in Italia. In sostituzione si può utilizzare un composto molto simile ottenuto mescolando insieme 110 g di latte scremato, 110 g di yogurt magro e qualche goccia di succo di limone.
4) Il composto del pancake non va mescolato troppo. È importante smettere di mescolare quando l’impasto presenta ancora dei grumi e la farina non risulti ancora del tutto amalgamata.

La versatilità dei pancake
Malgrado siano utilizzati principalmente per accompagnare sciroppi e confetture, i pancake possono accompagnare superbamente anche una colazione salata: basta sostituire il sale allo zucchero nell’impasto e farcirlo con alimenti salati come bacon, prosciutto, formaggio e tutto quello che più stuzzica la nostra fantasia.

Scopri le altre ricette sul nostro Magazine

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti