Ostriche – tipologia e curiosità

ostriche ostriche-foodscovery-magazine

“Adoro le ostriche: ho l’impressione di abbracciare il mare con la bocca” affermava il poeta e saggista francese Leon-Paul Fargue.

Le ostriche sono dei molluschi che crescono attaccati agli scogli più prossimi alle coste, in tutti i mari d’Europa, a bassa profondità. La loro conchiglia è rugosa, di forma irregolare, che può variare in lunghezza o in rotondità.

All’interno invece si presentano lisce, di color madreperla. Tipicamente è all’interno delle ostriche che si formano le perle, quando, nella conchiglia si ferma un corpo estraneo, come granelli di sabbia, pezzi di altre conchiglie.L’organismo dell’ostrica, per proteggersi, ingloba il nuovo elemento e lo ricopre di strati di madreperla, per difendere i tessuti dell’animale dall’irritazione. I diversi strati di calcio che si depositano danno vita al prezioso minerale.

Si possono distinguere due specie di ostriche:

  • quella Europea, la più costosa e pregiata, che proviene spesso dal nord Adriatico e si caratterizza dalla forma tonda e dal sapore delicato.
  • quella Giapponese più diffusa nei negozi e nei ristoranti e si riconosce per la forma allungata e concava e per il sapore piuttosto forte e deciso.

Le prime sono utilizzate in cucina per la preparazione di piatti ricercati, per lo più a crudo, mentre quelle dell’ Oceano Pacifico sono destinate principalmente alla produzione perlifera.

Molte sono le ostriche che fanno parte del presidio Slow Food:

  • Ostrica del fiume Fal, in Cornovaglia, uno degli ultimi angoli di Regno Unito in cui crescono ostriche selvatiche
  • Ostrica piatta Zeeuwse, olandese;
  • Ostrica angasi, molto abbondante lungo le coste del Nuovo Galles
  • Ostrica dall’Isola Sober

Le ostriche sono spesso gustate come antipasto, si consigli di consumarle scondite per assaporare le diverse sfumature di gusto dal sapore di mare. In Francia c’è un paese sulle coste del nord, chiamato Cancale, dove direttamente al porto si trovano numerose bancarelle di ostriche freschissime, da consumarsi in strada, accompagnate da una fetta di pane imburrata. Poiché consumate crude è molto importante che vengano pulite attentamente e che siano fresche. Un piccolo trucco per accertarsene al momento dell’acquisto è quello di verificare se si muovono al tocco.

Scopri la nostra selezione di ostriche su Foodscovery.

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti