Mercatini di Natale – le mete da non perdere

mercatini-di-natale

I mercatini di Natale sono una tradizione che l’Italia ha importato dalla Germania e dell’Alsazia del XIV secolo, dove venivano chiamati Mercatini di San Nicola. Durante la riforma protestante il nome è stato cambiato in quello odierno di mercatini di Natale.

Oggi i mercatini sono l’occasione per passare tempo in famiglia, pensare a idee regalo e mangiare specialità natalizie e di altre regioni ed estere.

Il settore della gastronomia e dell’artigianato regnano sovrani tra le fila dei mercatini di Natale illuminate dalle romantiche lucine.

Milano ad esempio ospita tantissimi mercatini in diversi corsi e piazze della città, basti pensare al “ Oh Bej Oh Bej” che ha luogo al suggestivo Castello Sforzesco e dove, tra i 379 espositori , non mancano  tradizionali venditori di caldarroste e vin brulè, oltre che altri di “Firunatt”, le tipiche castagne infilate affumicate. Dal 5 al 24 Dicembre ci sarà inoltre un mercatino dedicato solo alla gastronomia : “Il mercatino del gusto”, che sarà  ospitato all’interno di Piazza Tre Torri. Sarà organizzato in 23 caratteristiche casette di legno dove gli artigiani esporranno i loro prodotti per offrire la migliore tradizione gastronomica ai passanti.
Dai formaggi ai salumi, senza contare vino, champagne, birra e grappa, saranno protagonisti anche la pasticceria e la cioccolateria, con una fontana di cioccolata calda preparata al momento dal maitre chocolatier Marco Calzoni.

Il Trentino Alto Adige ospita molti dei mercatini più belli d’Italia, resi suggestivi grazie all’atmosfera creata deipaesaggi alpini e agli stand di legno ricoperti di neve; anche qui la cucina fa da padrona.

A Bolzano ad esempio non mancherà l’occasione di assaggiare calde tazze di vin brulè, cioccolata calda o Apfelgluhmix, un succo di mela caldo con spremuta d’arancia, chiodi garofano e cannella, oltre che bretzel farciti con speck affumicato, diversi tipi di pane di farine integrali, biscotti speziati e dolci di provenienza austriaca come strudel o sacher.

A Merano, oltre alle stesse specialità che si possono provare a Bolzano, si contano circa 35 stand che si occupano solo di gastronomia, variando da ogni tipo di formaggi, speck, salsicce e specialità della regione, passando per vini e distillati di altissima qualità, prodotti BIO, stand specializzati in miele e thè ed infusi per finire con venditori di cioccolato, caramelle artigianali e mele caramellate. Saranno presenti anche i piatti da mangiare caldi, come lo spezzatino ungherese “gulash”.

Scendendo in Toscana si possono trovare numerosissimi mercatini che hanno luogo in tutta la regione ma, in particolar modo, a Firenze. La città dantesca offre bancarelle di ogni sorta , ma gli appuntamenti da non perdere per gustare dell’ottimo cibo sono due in particolare. Il primo è senza dubbio il mercato tedesco a piazza Santa Croce, che incarna a pieno la tradizione germanica. Qui gli “spuntini” offerti sono principalmente wurstel bavaresi con crauti, ma anche pan pepato e strudel. Viene allestito anche un bar girevole di inizio secolo dove si serve il vin brulè. Mangiando si possono anche visitare le bancarelle dove si trovano decorazioni natalizie e caldi maglioni, il tutto sul suggestivo sfondo  della basilica di santa Croce.

Di carattere diverso è invece il “mercato alternativo” , dove i piccoli produttori locali espongono verdure di agricoltura biologica e nel pieno rispetto della natura.

L’Italia meridionale inoltre, anche se decisamente più calda offre un’atmosfera altrettanto natalizia, con i mercatini della città di Napoli, che riprendono la tradizione degli elaborati presepi, o quelli di Taormina dove vengono organizzano esibizioni di ballo, musica e canti natalizi, oltre che una pista di pattinaggio sul ghiaccio e un incontro con Babbo Natale per i bambini, il tutto accompagnato dal sul suggestivo panorama dell’Etna innevato. L’angolo gastronomico è un prezioso revival delle più succulente specialità dello street food siciliano che offre arancini, “pane co a meusa”, pane e panelle, cannoli e cassate.

Scopri il nostro viaggio alla scoperta dei dolci tipici regionali di Natale nel nostro articolo

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti