Prodotti di stagione: il sedano

sedano sedano-foodscovery-magazine

L’ Apium Graveolens, questo il nome scientifico del sedano, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, che possiede numerose proprietà alimentari ottime per il benessere del corpo. Fresco, estivo, croccante, profumato, il sedano si può seminare nel proprio orto, o in un vaso, in tutto il periodo primaverile e lo si può raccogliere e consumare nel periodo estivo.

Forse molti non sanno che è possibile piantare non solo i semini di questa pianta erbacea ma anche il gambo che deve avere uno spessore di almeno 5/6 cm. Con l’aiuto di un coltellino dovete separare dalla base i gambi di sedano, concluso questo primo passaggio, ponete la base del sedano in un piatto fondo che avrete riempito di acqua. Nella parte inferiore dovranno svilupparsi delle radici e nella parte superiore, dopo circa una settimana, inizierete a vedere i primi germogli. Lasciate il sedano nel piatto per altre tre settimane, cambiando di tanto in tanto l’acqua, dopo questo periodo potrete trasportare la piantina nel terreno o nel vaso, facendo attenzione alla buona qualità del terreno e del compost. Prestate attenzione al luogo nel quale lo porrete, il sedano necessita di luce ma non diretta e deve essere bagnato costantemente e con moderazione.

Ci sono diverse varietà di sedano che potete gustare e si possono distinguere in tre famiglie: il sedano tradizionale, il sedano rapa e quello da taglio. Del sedano tradizionale si raccoglie e si consuma la parte area, tagliando la pianta al colletto (la zona di passaggio fra il fusto e la radice), tra le varietà consigliate il monterey, il dorato d’Asti, il verde di Ghioggia e il sedano Golden Boy. Il sedano rapa è un sedano coltivato per la sua radice, che si consuma cruda in insalata oppure cotta (si possono fare degli ottimi purè!), viene chiamato anche sedano di Verona e ha diverse varietà come il diamante e il gigante di Praga. Del sedano da taglio è nota la varietà Safir di cui si consumano solo le foglie.

Il sedano, oltre ad essere gustato crudo, in insalata o pinzimonio, può essere utilizzato per preparare un ottimo pesto, utilizzando una parte di esso che solitamente non viene troppo apprezzata: le foglie!

In un mixer ponete le foglie, delle mandorle (a vostra discrezione se pelate o meno), olio EVO, sale, pepe e un po’ di scorza di limone per un tocco estivo e fresco! Frullate il tutto e condite un piatto di paste integrale o usatelo come salsa di accompagnamento per del pesce fresco! Buona estate di gusto!

 

 

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti