Prodotti di stagione: il mese della raccolta delle zucchine

foto zucchina zucchine-magazine-prodotto-stagione-foodscovery

Le zucchine sono tra le verdure più amate della cucina italiana. Si trovano ormai tutto l’anno, nonostante la stagione perfetta per consumarle sia l’estate.

Piantare questo ortaggio non è complicato ma è un procedimento che richiede impegno e costanza. Ci sono moltissime varietà di zucchina, dalle forme più disparate: cilindriche, tonde, costolute e clavate mentre la buccia può essere gialla, verde scuro, verde chiaro, uniforme o striata. La zucchina è un prodotto mediterraneo e sta bene in un clima mite. I valori ideali devono oscillare tra i 16-18°C notturni e un massimo di 26-30°C durante il giorno. E’ piuttosto esigente in quanto a idratazione e il luogo ideale per coltivarla è un terreno fertile e ben concimato. Esso deve avere un ‘impasto medio ed essere abbastanza profondo, rinforzato da sostanze organiche e senza ristagni d’acqua. Questo ortaggio richiede una concimazione serrata.

Durante la semina occorre lavorare bene la terra, affinché possa raggiungere il metro di lunghezza. Occorre effettuare un buon diradamento, per lasciare spazio ad ogni piantina ed è necessario mantenere il terreno fresco mediante la pacciamatura. Anche la cimatura è fondamentale, poiché favorisce la rapida strutturazione dei frutti.

La semina si può fare  in due modi: in semenzaio, da marzo ad aprile (per un raccolto anticipato) mentre in pieno campo, da aprile a maggio. I semi andranno posti a distanza di qualche centimetro fra loro e in numero non superiore a quattro.

E’ un ortaggio con una forte capacità di rinnovarsi: è bene quindi seguire una rotazione agraria di almeno tre anni. Va prestata infine molta cura all’assalto da parte dei parassiti, che possono essere una grave minaccia al suo benessere.

Arriviamo così alla raccolta: essa va fatta a scalare e si prolunga così per 45-60 giorni. Il momento migliore è quando il fiore è in procinto di schiudersi e può variare in base alla regione (anche se indicativamente si parla d’estate!). In ogni caso occorrerà essere metodici e costanti, per evitare che i frutti sviluppino una quantità eccessiva di semi, trasformando la buccia in coriacea.

A questo punto non resta che inventarsi una buona ricetta e gustare questo ortaggio dall’ottimo sapore, la massima versatilità e dalla infinite proprietà benefiche.

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti