A tavola con i produttori | salotto gastronomico per produttori, chef e ristoratori

Allievi, chef, ristoratori e produttori allo stesso tavolo per un approfondimento enogastronomico di grande spessore. Questo il sogno di Foodscovery diventato realtà durante la prima serata a tavola con i produttori  organizzata grazie all’inestimabile aiuto della giornalista e consulente enogastronomico Paola Sucato e all’ospitalità dell’accademia Congusto Gourmet Institute lo scorso martedì a Milano.

Il clima slow ed informale ha accompagnato l’intera giornata, dall’intervento dei produttori artigianali durante le lezioni della scuola di cucina Congusto, alla cena attorno al grande tavolo con 20 sedie occupate da alcuni dei migliori ristoratori e chef del panorama milanese, i quali hanno subito colto l’importanza di creare un legame stabile con i piccoli produttori di specialità gastronomiche del territorio.

Protagonisti di questo primo evento sono stati due dei 300 produttori selezionati dai nostri food-scout di Foodscovery, entrambi provenienti dalla Lombardia per un mix originale ed assolutamente riuscito tra specialità di lago e miele biologico. Ingredienti sapientemente calibrati dallo chef Domenico Della Salandra che ha ideato e realizzato il menù con gli allievi della scuola di cucina.

I produttori che hanno partecipato a questo primo salotto enogastronoico sono stati Luca Bonizzoni, esperto apicoltore dell’Oltrepò Pavese

e Marco con il figlio Claudio Molli di Le Specialità Lariane (pesce di lago).

Sono tanti i segreti sulle materie prime svelati dai produttori, segreti tramandati da generazione in generazione che hanno saputo creare interesse, talvolta stupore tra allievi – durante la fase di formazione pomeridiana – e commensali – durante la degustazione/cena serale.

Federico Lorefice, fondatore di Congusto Gourmet Institute, da subito entusiasta dell’idea di poter ospitare l’evento, ha commentato la giornata così:

“Crediamo molto nelle sinergie e nel momento di incontro tra produttori e ristoratori, il mondo della formazione deve aprirsi di più per divenire un giusto intermediario tra cultura del territorio e mondo del lavoro. 

Anche per i nostri allievi diviene un momento utile nel quale approfondire conoscenze e mettersi in gioco.

Il nostro intento è quello di poter avvicinare culture anche attraverso percorsi gastronomici e culturali della tavola; scoprire quanto certe nostre tradizioni ci avvicinino culturalmente anche a paesi profondamente diversi stupirà i nostri allievi, ne sono convinto. E mi piace anche ricordare una frase di Brillat Savarin che ricordiamo sempre ai nostri studenti: ‘Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto”

Ed effettivamente momenti di felicità non sono mancati, soprattutto quando ci hanno svelato il menù preparato dallo chef Della Salandra con gli allievi con le materie prime di Luca Bonizzoni e Le Specialità Lariane.

Claudio Molli de Le Specialità Lariane non nasconde il suo apprezzamento ed orgoglio:

“Raccontarsi è sempre un’emozione! Farlo permette di comprendere meglio quello che stiamo facendo e il perché lo stiamo facendo. Conoscere nuove persone, poter condividere la propria storia e il proprio sapere con dei giovani studiosi appassionati dalla cucina italiana, ci rende orgogliosi. Ringraziamo Foodscovery per questa bella opportunità”.

Noi di Foodscovery, con il prezioso supporto di tutti siamo riusciti nel nostro intento!

Far sedere a tavola piccoli artigiani che producono specialità gastronomiche italiane eccellenti con etica e passione con ristoratori e chef curiosi e vogliosi di approfondire e conoscere le materie prime migliori da poter offrire ai propri clienti. Un legame di cui tanto si parla ma che purtroppo raramente trova manifestazione concreta.

Stiamo già pensando al prossimo evento, quali dei nostri produttori sarà protagonista? Ve lo sveleremo presto.

 

Scopri di più su Foodscovery

Foodscovery vendita online alimenti

Facebook Commenti