Dimagrire senza rinunciare al cibo… anzi imparando a cucinare meglio

“Più che un’ evoluzione, una rivoluzione.

Prendete la cucina tradizionale italiana, considerata la più buona al mondo, aggiungete vitamine e togliete calorie mantenendo esattamente gli ingredienti della tradizione e modificando solo i metodi di cottura e gli abbinamenti.

Il gusto non cambia, anzi, è persino più buono. Ecco “il miracolo” della Cucina Evolution, ideata dalla nutrizionista Chiara Manzi”. Questo l’inizio dell’articolo uscito qualche giorno fa sul settimanale F e firmato da  Benedetta Sangirardi.

Da qui, voglio partire oggi, per parlarvi della Dott.ssa Chiara Manzi: Nutrizionista di fama internazionale che nel 2012 ha fondato la Cucina Evolution Academy. Il suo obiettivo era ed è quello di costituire la prima Accademia Culinaria Antiaging in Italia, in grado di offrire corsi di specializzazione ai professionisti del food, per apprendere una cucina oltre che buona anche salutare.

Ho conosciuto Chiara Manzi a dicembre scorso, durante un pranzo da LIBRA, il nuovo ristorante di Bologna di cui è Direttore scientifico. Sono rimasta affascinata dalla sua storia e dalla passione per il cibo sano…che riesce a trasmettere non solo con le parole ma soprattutto con il cuore!

Da qui nasce la mia intervista ad un persona straordinaria.

Che cosa si differenzia Cucina Evolution da quella tradizionale?

“Cucina Evolution non è altro che la cucina tradizionale adeguata alle necessità dell’uomo di oggi.

Così come il cellulare di dieci anni fa non è più adeguato alle nostre esigenze di oggi, ai nostri ritmi, alla nostra vita, così la cucina di dieci, venti, trent’anni fa, non è più adeguata ai fabbisogni nutrizionali dell’uomo moderno che fa molta meno attività fisica ma allo stesso tempo ha bisogno di molte più vitamine per difendersi dallo stress, dalle malattie, ecc. Quindi cucina è Evolution, è la cucina della tradizione ma con molte più vitamine e meno calorie.”

Perché le diete restrittive spesso non funzionano e si riprende peso facilmente?

Perché le persone che fino a ieri hanno smesso di mangiare sottoponendosi a un regime stressante, non riescono a mantenere il risultato nel tempo. La dieta, se se si discosta dal significato originario del termine – che è “regola” – non funziona. Nel momento in cui si smette, si perdono i benefici e ovviamente se stai a dieta tutta la vita, rischiano di mancarti dei presupposti importanti per la salute generale. Purtroppo le diete sono un fallimento ma allo stesso tempo un business, perché si crea un loop psicologico nelle persone. I risultati sono sempre a breve termine mentre per noi nutrizionisti la dieta è stata vincente quando il paziente ha mantenuto i risultati per almeno 5 anni.

Quindi il tuo approccio alla nutrizione è una non-dieta?

Diciamo che se ti piace il tortino al cioccolato e la cotoletta, devi cominciare a cucinare i tuoi piatti preferiti in modo diverso, ma senza privartene. Grassi, zucchero e sale danno un piacere immediato grazie al sapore esplosivo; la cucina antiaging ha un gusto molto buono e persistente, ma non ti esplode in bocca. È fondamentale educare il palato. Inoltre, se uno dei simboli della dieta è la bilancia, io tendo a liberarmene usando dei metodi di misurazione alternativi – alla portata di tutti in maniera più immediata – come cucchiai e bicchieri.

Bisognerebbe imparare a cucinare meglio – in maniera più cosciente – e insegnarlo sia ai professionisti sia all’industria alimentare. Noto che spesso i i miei colleghi si fermano all’alimento crudo senza guardare cosa succede in cottura, oppure parlano di verdure, cereali integrali olio ma senza parlare di quantità. La dieta mediterranea deve evolvere: parlare delle quantità e dei metodi di cottura.

Parlaci di LIBRA, il tuo ristorante a Bologna

LIBRA è un ristorante che esiste già da qualche anno a Bologna  – in via Testoni 10 – ma noi lo abbiamo fatto rinascere con una nuova anima, per diventare il tempio di Cucina Evolution.

Da LIBRA, il ragù, il fritto, la pizza e tutte le altre golosità si declinano in piatti che fanno anche bene alla salute, oltre che allo spirito. Qui la carbonara è fatta con guanciale, pecorino e tuorli, ma è anche ricca di preziosi prebiotici, contiene ingredienti antiaging e ha meno calorie di un riso in bianco.

Tutti i primi piatti contengono più fibre e meno calorie di un riso in bianco; secondi piatti e pizze hanno meno grassi e più fibra di 100 grammi di mozzarella; tutti i dolci hanno più fibra e meno zuccheri di una mela!

Chiara quali sono i consigli più immediati per rimanere in forma con gusto?

Se vuoi dimagrire pensa a cucinare e a divertirti in cucina ma, allo stesso tempo, scopri come cambiare la tua alimentazione e introdurre delle materie prime alternative che giocano a tuo favore.

Se sai che non riesci a introdurre abbastanza fibra (ne servirebbero circa 30 g corrispondenti a 750 g di verdure ogni giorno) puoi aggiungere ai tuoi piatti della inulina, una fibra bianca insapore.

Per controllare gli zuccheri, anche se prepari un dolce, puoi utilizzare eritritolo, un polialcol derivato da frutta fermentata: contrariamente ad altri dolcificanti, funziona bene anche in pasticceria e ha un impatto glicemico estremamente favorevole.

Se vorrai imparare le migliori tecniche di cottura, potrai leggere i miei libri e forse dovrai fare un piccolo investimento in pentole antiaderenti nuove, di ottima qualità e con il fondo spesso.

Infine, goditi la vita: se ti privi del piacere della tavola perdi tanto. Nessuno vuole stare a tavola con uno sempre a dieta ma è giusto poter mangiare senza rimorsi, sapendo che la propria alimentazione è virtuosa. Anche chi non è a dieta sta male, quando sa che sta esagerando.

 

Intervista realizzata da Francesca Caprioli di Green-Think

Nutrizionista di fama internazionale, massima esperta della Cucina Antiaging, ha creato nel luglio del 2012 la prima scuola in Europa di Culinary Nutrition, ovvero la scienza della nutrizione applicata alla cucina, dedicata principalmente ai professionisti del food e della salute.

Autrice di 4 libri tra cui “Antiaging con gusto” edito da Sperling&Kupfer. Il suo ultimo lavoro, Cucina Evolution – in forma senza dieta, edito da Art joins Nutrition Editore, oltre al grande successo di vendita che sta ottenendo, sta riscuotendo un forte interesse internazionale.

Facebook Commenti