Crêpes e Crêpes Suzette: come prepararle

crepes crepes01

La crêpe, deriva il suo nome dal latino crispus, che significa “arricciato” termine utilizzato per indicare il loro aspetto ondulato. La leggenda vuole che la loro prima preparazione risalga al V secolo d.C quando Papa Gelasio, per poter sfamare un folto gruppo di pellegrini, giunti a Roma dalla Francia in occasione della festa della Candelora, ordinò che nelle cucine vaticane fossero portati un cospicuo quantitativo di uova e farina. Con questi due ingredienti vennero preparate delle crespelle che possono essere considerate delle lontane parenti delle crêpes che conosciamo oggi. All’epoca, infatti, sia il latte che la farina di frumento, erano considerati degli alimenti troppo preziosi ed al loro posto venivano utilizzati acqua (o vino) e farina di farro. Tuttavia i pellegrini francesi dovettero apprezzarle particolarmente dato che, da allora, le crêpes divennero di uso comune in Francia, diventando ben presto uno dei piatti tipici della gastronomia d’Oltralpe.

Oggi le crêpes, grazie alla semplicità di preparazione e alla versatilità in cucina, sono conosciute ed apprezzate in tutto il mondo. L’impasto base, infatti, si accompagna bene a qualsiasi alimento, ed è capace di valorizzare qualsiasi preparazione, sia dolce che salata, aggiungendo sempre quel tocco di raffinatezza che, si sa, in cucina non guasta mai.

Ma vediamo insieme come si preparano.

Preparazione

Ingredienti

  • Per crêpes salate: 250 grammi di farina, 40 grammi di burro, 1/2 litro di latte, 3 uova ed un pizzico di sale.
  • Per crêpes dolci: 250 grammi di farina, 60 grammi di zucchero, 40 grammi di burro, 3 uova, 1/2 litro di latte, mezza stecca di vaniglia, un pizzico di sale. Per chi gradisce si può aggiungere un pizzico di cannella e/o un bicchierino di liquore.

Procedimento
Per prima cosa facciamo sciogliere in un pentolino il burro e poi lasciamolo intiepidire. Nel frattempo cominciamo a sbattere le uova in un contenitore capiente, con l’aiuto di una forchetta o di una frusta ed aggiungere il sale (se si stanno preparando delle crêpes dolci bisogna aggiungere anche lo zucchero e la vaniglia) e, a filo, il latte, sbattendo delicatamente e continuamente il composto fino a che gli ingredienti non sono ben amalgamati.

A questo punto setacciare lentamente la farina direttamente nel contenitore ed amalgamare il composto facendo attenzione che non si formino grumi. Quando il composto è diventato omogeneo e vellutato aggiungere il burro intiepidito, mescolare bene in modo da farlo incorporare alla pastella, poi coprire il contenitore e riporlo in frigo per circa 30 minuti.
Trascorso questo tempo, cominciamo a riscaldare una pentola antiaderente con i bordi bassi sul fuoco, facendovi sciogliere una piccola noce di burro. Quando il fondo risulterà ben caldo, con l’aiuto di un mestolo, che utilizzeremo come unità di misura per una crêpe, prendiamo un po’ di pastella e versiamola al centro della pentola, inclinandola in modo tale che l’impasto ricopra tutto il fondo. Questo passaggio dovrà essere fatto molto rapidamente per evitare che la pastella, cuocendosi, si solidifichi troppo in fretta. A questo punto lasciamo dorare per un paio di minuti a fuoco moderato poi giriamo e lasciamo dorare la crêpe anche dall’altro lato.

Una volta cotta possiamo far scivolare la crêpe in un piatto e lasciarla raffreddare. Ripetere lo stesso procedimento fino a che la pastella non finisca. Et voilà, le crêpes sono pronte, non resta che farcirle e mangiarle.

Crêpes Suzette

Una delle varianti più apprezzate e conosciute, nonché golosissima, è quella delle crêpes Suzette. Sull’origine del nome ci sono molte versioni diverse. Tra queste, la più accreditata sembra essere quella del cuoco Henri Charpentier che, attribuendosene la paternità, la fa risalire ad un provvidenziale errore durante la preparazione di un dessert a base di crêpes che gli era stato commissionato dal Principe di Galles in onore di una sua ospite, chiamata, appunto, Suzette.

Pare che, distraendosi, lo chef fece cadere una goccia di liquore sulle crêpes mentre le preparava alla fiamma. Ma vediamo insieme come si prepara questo dolce squisito.

Ingredienti per 6 crêpes Suzette:

  • 70 g di burro o 50 ml di olio di arachidi;
  • 1/2 bicchiere di Grand Marnier o altro liquore all’arancia (Cointreau, Curaçao, Amaretto di Saronno);
  • 1 arancia con il suo succo;
  • 80 g di zucchero semolato.

Per prima cosa procediamo alla preparazione delle crêpes come da ricetta base illustrata sopra.

Una volta pronte le crepes si passa alla preparazione della salsa all’arancia facendo sciogliere il burro e lo zucchero in una padella antiaderente, mescolando continuamente ed aggiungendo a piacere il succo di mezza arancia.

Appena lo zucchero si sarà sciolto, adagiamo le crêpes chiuse a metà, irroriamo con la salsa e chiudiamo la crespella a portafoglio.

Si procede così per tutte le crêpe che riescono ad entrare nella padella, lavorando in velocità per non far imbrunire lo zucchero.

A questo punto versiamo il liquore e diamo fuoco all’alcool con un cannello a gas (che si può acquistare nei negozi specializzati) in modo che questo evapori caramellando lo zucchero.

Togliamo dal fuoco lasciando che la fiamma si spenga naturalmente. Lo zucchero deve diventare denso e sciropposo. Serviamo ben calde.

 

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti