Come si prepara un buon risotto

La preparazione di un buon risotto non richiede una particolare competenza culinaria ma sicuramente necessita di una serie di piccoli accorgimenti senza i quali, il risultato potrebbe non essere soddisfacente. Vediamo insieme quali sono i segreti e le tecniche necessari per la realizzazione di uno tra i primi piatti più amati.

Innanzitutto la scelta del riso

Per la preparazione di un buon risotto è fondamentale scegliere il riso adatto alla ricetta che si vuole realizzare. Tra le migliori varietà vanno citati il Carnaroli, il Vialone nano e l’Arborio.

Il riso non va lavato prima di essere cucinato

Seppure quella di sciacquarlo sotto l’acqua corrente sia un’abitudine diffusa, bisogna sapere che agendo in questo modo si priverà l’alimento di molte delle preziose sostanze nutritive presenti nei chicchi. Inoltre, il riso lavato si sfalda più facilmente durante la cottura.

Tradizionalmente il risotto si prepara con il brodo di manzo

Sono utilizzati anche i brodi a base di pollo, di pesce o di sole verdure. L’importante è scegliere la base corretta che si sappia armonizzare con gli altri ingredienti. La giusta quantità di brodo è pari ad almeno 3 volte il peso del riso. Il brodo va aggiunto al riso poco per volta, e soprattutto deve essere bollente.

Il risotto va mescolato poco e cotto a fuoco moderato

Questo perché girandolo spesso si disperde l’amido presente nei chicchi. Ciò non vuol dire che il risotto debba essere abbandonato sul fornello ma solo che non bisogna trascorrere 20 minuti a mescolarlo di continuo. Il consiglio è di aggiungere circa un mestolo di brodo per volta e di aggiungere nuovo brodo solo dopo che la dose precedente è stata assorbita. Il risotto va cotto con un fuoco moderato, né troppo alto né troppo basso. Il riso deve sobbollire. Il risotto è pronto quando risulta al dente. Se il risotto a fine cottura è troppo asciutto va aggiunto qualche cucchiaio di brodo caldo all’ultimo minuto per renderlo più fluido.

L’importanza della mantecatura

È un passaggio fondamentale per l’ottima riuscita del risotto. È il momento in cui si aggiungono gli ultimi sapori. Un’ottima mantecatura viene fatta con l’aggiunta di parmigiano grattugiato e di una noce di burro a fine cottura. Il risotto va servito su un piatto freddo, dato che la sua cottura prolungata mantiene la temperatura della pietanza calda a lungo.

Pronti a mettere in pratica questi preziosi consigli? Cimentiamoci allora nella preparazione di un ottimo risotto alla pescatora.

Ricetta risotto alla pescatora

Per un risotto di qualità fare particolare attenzione alla freschezza degli ingredienti, affidatevi perciò alla vostra pescheria di fiducia oppure acquistate online su Foodscovery le vongole, cozze e calamari.

Utilizzate i trucchetti sopracitati circa la cottura e la preparzione del vostro primo e sicuramente il risultato sarà ottimo!!

Vediamo di seguito gli ingredienti per un risotto alla pescatore di qualità:

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di riso Vialone nano
  • 6 pomodori di media grandezza spellati e tagliati a pezzetti
  • 1/2 cipolla tritata (facoltativa)
  • 500 g di cozze
  • 500 g di vongole
  • 400 g di calamari
  • 500 g di gamberetti
  • 50 ml di vino bianco
  • 300 ml di brodo di pesce vegetale
  • olio EVO
  • 1 spicchio d’aglio
  • Sale, pepe e prezzemolo qb

Preparazione del risotto

Pulite perfettamente le cozze; In due bacinelle diverse lasciate spurgare le cozze e le vongole in acqua salata per non meno di un paio d’ore.

Cuocere i molluschi in due casseruole separate a fuoco alto e fino a quando non si aprono del tutto. A fine cottura bisogna separare i gusci dal mollusco e mettere da parte il brodo di entrambe le pentole.

Pulire quindi i calamari sciacquandoli sotto l’acqua corrente ed eliminando le interiora e tagliarli ad anelli.

Sgusciare i gamberi. In una pentola scaldare il brodo di pesce e far soffriggere in un’altra olio e aglio e aggiungervi i calamari, lasciar cuocere per 10 minuti circa.

Aggiungere i pomodori e lasciar cuocere altri 10 minuti poi, a cottura dei calamari quasi ultimata, aggiungere i gamberi sgusciati, far cuocere altri 2/3 minuti e spegnere.

In una pentola a parte far imbiondire la cipolla in olio EVO e calare il riso lasciandolo tostare lentamente fino a quando i chicchi non avranno assorbito tutto l’olio e saranno diventati lucidi.

A questo punto aggiungere il vino e lasciarlo evaporare dopodiché aggiungere man mano il brodo del pesce aggiungendone un ulteriore mestolo solo quando il precedente sarà stato assorbito.

A circa 5 minuti dalla cottura del riso aggiungere la salsa con i calamari ed i gamberi ed amalgamare bene.

A cottura ultimata, aggiungere le cozze e le vongole sgusciate e mantecare con una noce di burro. Aggiungete il pepe e il prezzemolo tritato, mescolare e servire ben caldo.

Non dimenticate di pubblicare la foto del vostro risotto utilizzando #Foodscovery #Foodheroes…

Buon appetito!!

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti