Verdure di stagione: la cicoria – proprietà e benefici

La chichorium intybus è una pianta erbacea perenne, caratterizzata dalla presenza di fiori celesti e conosciuta con il nome di cicoria comune.

Questo nome generico non ha un’etimologia ben definita in quanto la cicoria è conosciuta già dai primissimi tempi della storia umana da molte civiltà: l’antico nome arabo doveva suonare come chikoureyeh, quello egizio era invece kichorion mentre gli antichi greci la chiamavano kichora.

Lo stesso nome scientifico intybus deriva dal latino che a sua volta deriva dal greco éntyobon, che indicava un’erba simile alla cicoria: l’erba scariola.

Utilizzo della cicoria

La cicoria viene utilizzata principalmente in cucina e a scopo farmaceutico grazie alle sue molteplici proprietà curative.

In cucina si usano soprattutto le foglie fresche o cotte. Essendo caratterizzata da un forte sapore amaro, per mangiare la cicoria bisogna raccoglierle le foglie prima della fioritura e eliminarne la parte più interna.

Inoltre, già in epoca napoleonica la cicoria tostata veniva usata come surrogato del caffè, pratica che si diffuse dalla Francia all’Inghilterra e Stati Uniti; e venne usata soprattutto in tempo di guerra quando le importazioni di caffè subirono dei rallentamenti o furono addirittura sospesi.

Per uso medicinale vengono invece utilizzate soprattutto le radici ma anche le foglie se raccolte prima della fioritura. Nelle radici sono presenti tre tipi di zucchero (destrosio, levulosio e pentosi), e altre sostanze come colina, inulina, potassio, calcio, ferro e diversi derivati dell’acido caffeico.

I suoi estratti vengono usati per il trattamento di dispesie biliare, quindi per contrastare la cattiva digestione, stitichezza cronica, colon irritabile, flautolenza e pancia gonfia. Le sue proprietà depurative la rendono inoltre un ottimo lassativo e diuretico.

Viene utilizzata anche per curare i disturbi dispeptici, cioè per rimediare alla perdita di appetito. Questo è possibile grazie alla sua capacità di stimolare la secrezione di bile e succhi gastrici.

Degli studi condotti sugli animali hanno rivelato che la cicoria è in grado di ridurre la forza di contrazione e frequenza cardiaca, e che possiede una potenziale capacità di rallentare il corso del diabete e ritardare così l’insorgenza delle sue complicanze.

Nella medicina popolare e in erboristeria la cicoria è soprattutto impiegata come lassativo per i bambini, ma si trova anche in ambito omeopatico sotto forma di granuli e soluzioni utili a curare cistite, infiammazioni alla vescica, costipazione e calcoli biliari.
Può essere anche utilizzata in ambito cosmetico, creando una crema rinfrescante per il viso e per combattere gli arrossamenti impiegando le foglie macerate.

Secondo alcune antiche credenze popolare la cicoria sarebbe anche afrodisiaca: è infatti un vaso dilatatore naturale capace di aumentare l’afflusso di sangue agli organi riproduttori maschili.

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti