Carciofi alla romana: come prepararli

I carciofi alla romana sono un tipico contorno della gastronomia laziale, in particolare della cucina tradizionale romanesca che è fondata su ingredienti di derivazione rurale e contadina, di origine vegetale ed animale, preparati secondo ricette spesso tramandate di generazione in generazione in ambito familiare.

La ricetta dei carciofi alla romana presenta due varianti, una in umido ed una fritta (i cosiddetti carciofi alla giudia). La varietà di carciofi ideale per preparare questa ricetta è la Mammola, varietà tipica di questa regione, in quanto è morbida e non presenta spine.

Ma vediamo insieme come cucinare i carciofi alla romana nella sua versione più diffusa e conosciuta che è quella in umido:

Ingredienti
8 carciofi della varietà Mammola
1 limone non trattato
200 g circa di olio EVO
Acqua q.b

Per il ripieno
50 g circa di pan grattato
50 g di prezzemolo
4 foglie di menta romana
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di Olio extravergine di oliva
Sale e pepe q.b

Procedimento

Tritare finemente i 50 g di prezzemolo insieme alle foglie di menta e uno spicchio d’aglio. Mettere il trito ottenuto in una coppetta ed aggiungere una presa di sale, una manciata di pepe e i due cucchiai di olio extravergine di oliva mescolando con cura per amalgamare gli ingredienti.

Tagliare il gambo dei carciofi a un centimetro dalla base ed eliminare le foglie esterne più dure.

Tornire i carciofi alla base, servendosi di un coltellino ben affilato. Troncare la parte superiore delle foglie ed allargarle leggermente. Con l’aiuto di un cucchiaino eliminare il fieno.

Mano a mano che si puliscono i carciofi immergerli in acqua e limone per evitare che anneriscano a causa dell’ossidazione.

Una volta puliti tutti i carciofi, sgocciolarli con cura uno per volta, asciugarli con un canovaccio e riempirli con il trito aromatico conservato nella coppetta.

Sistemare i carciofi con il gambo rivolto verso l’alto in una pentola e coprirli quasi completamente con una miscela composta da una parte d’acqua e da due parti di olio EVO.

A questo punto chiudere la pentola con il coperchio e farli cuocere lentamente con una fiamma moderata. Dopo circa 20 minuti togliere la pentola dal fuoco, girare i carciofi e versare su ciascuno un cucchiaio del liquido di cottura per insaporirli.

Rimettere la pirofila sul fuoco e proseguire la cottura per altri 20 minuti.

I carciofi alla romana vanno serviti ben caldi.

Buon appetito!

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti