Biscottificio Antonio Mattei di Prato, un’eccellenza dal 1858

Era il 1858 quando a Prato in Via dell’Appianato, Antonio Mattei, fornaio e pasticciere, apriva il suo biscottificio e negozio. Di umili origini, dedicò la propria vita e tutte le sue energie all’attività, ceduta poi nel 1908 a uno dei suoi ragazzi di bottega, Ernesto Pandolfini, i cui nipoti e pronipoti gestiscono attualmente celebre biscottificio.

Punta di diamante della produzione del Biscottificio Mattei sono i cantucci, realizzato nella “versione di Antonio”, quella originale. Un biscotto volutamente imperfetto, con la superficie zuccherina ma non troppo, incartato in una raffinata carta blu che sarebbe poi diventata il marchio di fabbrica e l’indice di riconoscibilità del prodotto.

Pochi ingredienti, quelli essenziali: farina, zucchero, uova fresche, mandorle e pinoli, per realizzare un classico della pasticceria toscana, da accompagnare con il locale Vinsanto ma anche con champagne o sidro secco.

I cantuccini sono stati brevettati anche in versione fondente. In onore dei 155 anni di attività del venerando Biscottificio, infatti, si è deciso di realizzare, in una confezione questa volta porpora, questa variazione che segue però, come da tradizione, gli ingredienti e la ricetta base dei cantucci.

Alla produzione standard si aggiungono i biscotti della salute, fette di pan brioche tostate realizzate con farina classica, integrale o di kamut e i “brutti ma buoni”, dolcetti croccanti all’esterno e morbidi all’interno.

Ricette personalissime sono quelle della torta mantovana e del filone candito.

La prima segue le indicazioni di due suore di Mantova che, mentre si recavano in pellegrinaggio verso Roma per il Giubileo, furono ospitate da Antonio Mattei nel lontano 1875 e che, per ringraziarlo, gli donarono la ricetta di questa torta che dalla loro città prende il nome.

Il filone, invece, fu ideato da Ernesto Pandolfini negli anni ’30 e consiste in una ricca sfoglia di pan briosciato, con un sottile strato di marmellata, ciliegie candite, il tutto arrotolato e guarnito con pasta di mandorle.

Il Biscottificio Mattei è stato inoltre celebrato anche con la realizzazione apposita di un francobollo che ritrae il celebre cantuccio nella sua elegante confezione blu. Il francobollo, emesso a partire dal 29 settembre di quest’anno, costa 0,95 centesimi al pezzo, oppure 26,60 euro in un foglio da 28 esemplari.

L’emissione del francobollo ha significato una grande soddisfazione per il Biscottificio Mattei, una celebrazione che esalta una eccellenza dolciaria nostrana.

Scopri di più ed ordina i prodotti di Biscottificio Mattei su Foodscovery

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti