Amaretti: una tradizione unica, decine di varianti

Gli amaretti sono un tipo di biscotto molto apprezzato in Italia, diffuso in moltissime varianti in tutta la penisola.

La ricetta ha origine nel Medioevo proprio in Italia , arriva nei paesi arabi intorno al ‘300 e si diffonde poi in Europa durante il Rinascimento (specialmente in Francia e Spagna).

L’amaretto a pasta di mandorle è fatto con albume d’uovo, zucchero, mandorle dolci pelate e armelline, le mandorle amare ricavate dai noccioli di pesche o albicocche. Nonostante la ricetta sia molto semplice, il procedimento è piuttosto lungo poichè l’impasto necessita di riposare tutta una notte o almeno alcune ore per ottenere la giusta consistenza. Il suo aspetto è molto caratteristico: piccolo, rotondo e dalla superficie screpolata.

Se ne distinguono comunque due principali varianti: quello friabile, croccante e con struttura alveolata tipico di Saronno (Lombardia) prodotto dal ‘700 e quello di Sassello (Liguria), più umido e morbido, nato nel ‘800.
Quest’ultima versione è quella maggiormente diffusa in Italia, specialmente in Piemonte e Lombardia, dove si sono sviluppate nel tempo ulteriori varianti ad esempio a base di nocciole; in Emilia Romagna, dove il tipico amaretto modenese si presenta friabile fuori e morbide dentro; nel Lazio, in Toscana, in Sardegna ed in Sicilia, dove le mandorle sono impiegate in moltissime lavorazioni e dove è stata addirittura sviluppata versione di amaretto al pistacchio.

Volendo acquistare direttamente nel nostro mercato, Foodscovery vi permette di gustare la vostra variante preferita e di scoprirne di nuove scegliendo su una vasta gamma di proposte provenienti da diverse regioni.

La Pasticceria Campidoglio ad esempio porta con sé tutta la tradizione siciliana. Attivi dal 1964 come gelateria a Sant’Agata di Militello, l’attività è poi diventata un bar pasticceria che si distingue per prodotti tipici ed esclusivamente artigianali come granite, gelati, cannoli siciliani e ovviamente gli amaretti che, oltre ad essere disponibili nel gusto classico,  vengono proposti anche nelle varianti gianduia, pistacchio, mandarino e confezioni miste.

Dalla Puglia invece Allegrinitaly, attiva col suo caratteristico forno in pietra dal 1993, ci propone i suoi amaretti gusto classico con una nota in più, nel rispetto della tradizione e dei prodotti locali che da sempre la contraddistiguono.

Pasticceria Mariella di Archi (Abruzzo), in attività dal 1984, con occhio attento alla territorialità dei suoi prodotti, ci propone un’insolita combinazione: l’amaretto allo zafferano. Selezionando i suoi pistilli a km zero direttamente dalle colture dell’altopiano abruzzese e preferendoli alla più comune soluzione in polvere, per mantenere intatte tutte le proprietà benefiche di questa spezia antica e preziosa.

Per quanto riguarda invece la proposta piemontese, il laboratorio di Cavalier Vincenzi Franco, dal 1955 si fa portavoce della tradizione dell’amaretto morbido di Mombaruzzo con l’intento di diffonderlo non solo in Italia ma anche all’estero. Oltre alla ricetta classica, in confezione regalo e non, è possibile trovarlo nel nostro mercato anche nella variante “misto frutta”, gusti assortiti tra limone, mandarino e albicocca.

Scopri la nostra selezione di amaretti artigianali

Autore: Foodscovery

Foodscovery è il mercato online che permette a chiunque di poter ordinare tesori dell’enogastronomia direttamente dai piccoli produttori custodi delle tradizioni locali.

Il progetto Foodheroes nasce dalla community di piccoli produttori, ristoratori, consumatori consapevoli e tutti coloro i quali condividono i nostri valori e che ogni giorno sono attivi per preservare la sostenibilità del mondo agroalimentare locale.

Facebook Commenti