Vino Moscato D’Asti DOCG 2019

10,66

Bottiglia 750 ml

7 disponibili

Descrizione

Descrizione

E’ un fiore, ma diverso dal solito. La farfalla dalle ali rosse è attirata e vi si posa timida. Assaggia quel nettare e se innamora. Dolce e profumato, fresco e fragrante renderà ancor più leggero il suo volo. Disegnerà nell’aria le lettere di un alfabeto fantastico e scriverà una fiaba disegnata da un bambino. Nelle case contadine il moscato è sempre stato il primo vino dei piccoli. Poche gocce assaggiate dal bicchiere dei grandi, un pasta di meliga “pucciata” ovvero intinta come se fosse il caffellatte della prima colazione. Non c’è da stupirsi o allarmarsi: il Moscato d’Asti è vino allegro, minimamente alcolico, educato e pronto ad educare.
Nel giallo racchiude il sole, è pronto già prima di Natale a poche settimane dalla vendemmia. Una spremuta d’uva cui non serve il tempo per affinarsi. E’ dolce al naturale, trae dalla vigna l’anima più lieve, sorprende per profumi intensi di fiori. E come un fiore va servito: fresco, appena colto, pronti a leggere nel cielo le parole magiche disegnate dal volo delle farfalle.

Per meglio apprezzare il suo straordinario bouquet si consiglia di servirlo nella classica coppa di cristallo ad una temperatura di circa 9-10°C. Vino da dessert per eccellenza, si sposa magnificamente con tutti i dolci da forno. Accompagna bene pasticceria fresca, torte farcite, crostate alla frutta, dolci morbidi al cucchiaio. Splendido vino da conversazione, di facile proposta, dona alla tavola una gioiosa sensazione di elegante semplicità e di freschezza.
Ingredienti:
VINO MOSCATO

Spedizione & Consegna
Tutte le nostre spedizioni vengono effettuate entro 24 ore dalla ricezione dell'ordine. Per salvaguardare l'integrità del prodotto la spedizione avviene con corrieri refrigerati nel pieno rispetto della catena del freddo. I tempi di consegna : 48/ 72 ore
Produttore: Cascina Castlet
Un’azienda è prima di tutto un progetto. E un progetto è un sogno che pian piano prende forma, prima sulla carta, poi sulla terra, e alla fine, per noi, nel vino. Il nostro progetto parte da due idee semplici: rispettare la natura ed essere al passo con i tempi nella tecnologia. Ma semplice non vuol dire facile. Abbiamo dovuto essere tenaci in certi momenti, solidi e con i piedi per terra in certi altri; abbiamo dovuto investire in terre, in tecnologia, e soprattutto in ricerca, e abbiamo ottenuto Cascina Castlèt. Le uve vengono coltivate in 31 ettari di vigna a Costigliole d’Asti. Abbiamo scommesso sulla terra, sulla nostra terra, sui vitigni del luogo: Barbera, Moscato, Uvalino ma anche Cabernet Sauvignon e Chardonnay, quest’ultimo coltivato a Costigliole fin dalla fine Settecento quando il marchese Filippo Asinari di San Marzano lo piantò per la prima volta. Cascina Castlèt appartiene da generazioni alla famiglia Borio. Io, Mariuccia, l’ho ereditata da mio padre nel 1970. Negli anni ho dovuto fare scelte coraggiose anche sul marketing con bottiglie ed etichette suggestive, a volte provocatorie, molto individuali. Un tocco di estro sui nomi dei vini, Passum, Policalpo, Avié, Litina, Goj, Ataj e Uceline: tutti racchiudono un piccolo segreto, un racconto, una storia, che vi invitiamo a cercare di conoscere. “Chi sceglie una bottiglia di Cascina Castlèt ama le cose belle, le cose buone, le cose che fanno sognare”. E’ una questione di etica e di cultura. Per noi etica e cultura significano prima di tutto rispetto dell’ambiente e di chi ci lavora.
COD: 3697 Categorie: ,